La comunità Etiope-Eritrea

La chiesa e l’edificio che ospitarono i pellegrini Abissini nel X° secolo, oggi esiste ancora, la chiesa dedicata a S. Stefano Protomartire situata dietro l’abside della Basilica di S. Pietro. È l’attuale Pontificio Collegio Etiopico.

Nel 1974 comincia a venire in Italia qualche gruppo di Immigrati Eritrei. I sacerdoti che si trovavano a Roma cominciarono a riunire le persone per la S. Messa nella Chiesa di S. Stefano degli Abissini al Vaticano; ebbe così inizio la Comunità di Eritrei ed Etiopi. La maggior parte dei cittadini Etiopi sono di recente migrazione che risale alla fine degli anni 80.

Fino al 1990 anche gli Ortodossi Eritrei ed Etiopi parteciparono alla vita Comunitaria della Comunità

Già alla fine degli anni 70 alcuni Sacerdoti con il Rettore del Collegio Etiopico di allora cominciarono a chiedere una chiesa per la comunità. Come sistemazione provvisoria fu data la chiesa di S. Tommaso Apostolo, situata in Via Parrione.33 a Roma; sono passati quasi 20 anni e la comunità si trova ancora li. Ormai la gente si è affezionata a questa chiesa piccola che per tutti questi anni e stata punto di riferimento per tantissimi Eritrei ed Etiopi di diverse confessioni che sono passate da Roma o che sono vissuti in questa città.

La Comunità Cattolica di Eritrei ed Etiopi ha un suo rito è quello che si usa giù in Etiopia in fatti è chiamato rito Etiopico.

La lingua liturgica si chiama Ghe’ez che era anche la lingua utilizzata dai regnanti dell’Abissinia fino al recente 1970.

 

 

Informazioni utili

Chiesa San Tommaso in Parione
via Parione, 33

Rettore
P. Majari
tel. 066783098

Coordinatore:
Johanes Mc Konnen
tel. 066861019

Orario di ogni domenica:
Ore 10:30
Santa Messa in ghieze
Ore 17:30
Santa Messa in ghieze

Orario di ogni giovedì:
Ore 17:30 Prove di canto

 
© baobabroma.org 2002-2018